Cosa fare di fronte ad un sospetto caso di DSA:

  1. Contattate la scuola e condividere con i maestri/professori le vostre perplessità.

  2. Indagate l'origine delle difficoltà di vostro figlio.

  3. Non abbiate timore della diagnosi: capire il disturbo vostro figlio vi aiuterà a capire meglio le sue problematiche, chiarire dubbi (avrà qualche problema neurologico o un deficit intellettivo? Sono io la causa dei suoi problemi? Sono un cattivo genitore?)  

  4. La diagnosi va eseguita da professionisti esperti  (neuropsichiatra infantile, psicologo e logopedista), attraverso l'utilizzo di test specialistici e standardizzati e la competenza clinica necessaria per "saper leggere" i dati emersi dalla valutazione.

 

IN PRATICA

Se si sospetta che il proprio figlio possa soffrire di un Disturbo Specifico dell'Apprendimento, sarà necessario richiedere al pediatra l'impegnativa per una visita neuropsichiatrica infantile per "valutazione DSA", e rivolgersi all'ASL di appartenenza per prenotare una valutazione. In alternativa, ci si potrà rivolgere ad una delle Equipe di professionisti esperti, accreditate dall'ASL.

Solo le neuropsichiatrie delle ASL e le equipe private accreditate potranno, se necessario, produrre una certificazione che darà diritto a tutte le agevolazioni e tutele previste dalla legge  ( vedi PDP e strumenti compensativi e dispensativi)

 

 

COSA FARE QUANDO SI HA UNA DIAGNOSI

  1. E' importante comunicare al bambino la causa delle sue difficoltà a scuola, chiarire che non si tratta di un problema di intelligenza ma  di un diverso modi di apprendere e che, come esistono bambini che per leggere alla lavagna hanno bisogno di occhiali, ce ne sono altri che, per esempio,  hanno bisogno di una calcolatrice per fare i conti velocemente. E' importante spiegare che si tratta di un problema che va oltre la sua volontà  e che, con dei mezzi opportuni, è sormontabile.

  2. E' necessario informare la scuola e consegnare la certificazione in segreteria per farla protocollare e mettere agli atti, in modo che si possa procedere all'attuazione di un percorso educativo personalizzato che stabilisca quali strumenti compensativi e dispensativi adottare nel corso dell'anno.

  3. Valutare l'opportunità di un trattamento riabilitativo, chiedendo il parere e l'assistenza dei professionisti che hanno valutato il bambino.

 

 

COSA CONSEGNARE IN SEGRETERIA INSIEME ALLA CERTIFICAZIONE

Ecco un esempio di lettera d'accompagnamento, da consegnare in segreteria insieme alla certificazione:

 

GENT.MO DIRIGENTE DELL'ISTITUTO....... VIA ..........

E P.C. PROF. ... IN QUALITÀ DI COORDINATORE DELLA CLASSE...

 

OGGETTO: DIAGNOSI DI D.S.A PER L'ALLIEVO ..........

 

NOI SOTTOSCRITTI .......... E .........., GENITORI DELL'ALLIEVO.............., DELLA CLASSE ...., CON LA PRESENTE AUTORIZZIAMO:

- TUTTI I DOCENTI DI NOSTRO FIGLIO A PRENDERE VISIONE DEL DOCUMENTO DI DIAGNOSI PRESENTATO IN DATA ODIERNA PRESSO CODESTO  ISTITUTO;

-  A PRENDERE CONTATTI CON LA DOTT.............CHE LO HA REDATTO E (EVENTUALMENTE) CON LA SIG....... CHE LO SEGUE NEI COMPITI A CASA PER AVERE GLI OPPORTUNI CHIARIMENTI E POTER STENDERE UN ADEGUATO PROGETTO DIDATTICO PERSONALIZZATO  STABILENDO GLI STRUMENTI COMPENSATIVI E DISPENSATIVI ADEGUATI  E PREVISTI DALLA NORMATIVA VIGENTE IN MATERIA DI D.S.A..

 

La scuola deve registrare per iscritto gli strumenti compensativi e dispensativi che lo studente usa nel corso dell'anno: questo gli consentirà di usarli nei compiti o all'esame di stato.

 

 

COSA LO PUO' AIUTARE:

1. Vivere serenamente la vita scolastica 

 

2. Capire cosa realmente è il suo disturbo

 

3. Sentirsi appoggiato dalla famiglia

 

4. Essere seguito a casa da un tutor che lo aiuti a trovare un metodo di studio adatto e lo porti via via verso l'autonomia

 

5.L'uso si strumenti compensativi (mappe concettuali, riassunti schemi, tabelle, tavola pitagorica, calcolatrice...) o dispensativi (compiti non valutati sulla forma ma sul contenuto, esonero dalla lingua inglese scritta. interrogazioni programmate...)

 

 

 

Centro DSA Lombardia - Via  Dante Alighieri, 26/A - 26845 Codogno - tel. 393-335.33.61 - P.Iva 09053570967

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Wix Google+ page